Chapter 9:

Profezia e unità corporea

“Questa è una traduzione automatica. Se vuoi aiutarci a correggerlo, puoi inviare un’e-mail a  contact@nazareneisrael.org“.

Guarda: Profezia e unità corporea

Benvenuti in Israele Nazareno. Mi chiamo Norman Willis.

In questa serie abbiamo parlato molto del dono della profezia. Cos’è il dono della profezia? Come facciamo a profetizzare? E perché è così importante? Quello che vedremo in questa puntata di questa serie di video è che c’è un ruolo speciale che la profezia gioca nell’unificare il corpo di Yeshua.

Prima di parlare del ruolo che la profezia gioca nell’unificare il corpo di Yeshua, ricapitoliamo quello che abbiamo già imparato.

Concordanza ebraica di Strong
OT:5012. Naba’ (

נָבָא
); una radice primitiva; profetizzare; cioè parlare (o cantare) per ispirazione (nella predizione o nel semplice discorso):
[Senza l’interferenza della concupiscenza degli occhi, della concupiscenza della carne o dell’orgoglio (ego).

Come abbiamo imparato, profetizzare è parlare o cantare per ispirazione (cioè, per respiro). Ci sono due tipi di profezia. Uno è la predizione e l’altro si chiama discorso semplice, che significa semplicemente parlare. Rivedremo questo tra un momento. Il modo in cui profetizziamo è concentrandoci completamente su Yeshua in modo che noi rimaniamo in Lui, e Lui rimane in noi, proprio come Lui rimane nel Padre e il Padre in Lui.

Ma questa è una cosa reale. Prima di tutto, dobbiamo pregare per il dono della profezia perché è un dono e non tutti lo hanno. Ma se abbiamo il dono della profezia, allora stabiliamo la nostra connessione con Yeshua, e poi escludiamo tutto il resto. Prendiamo ogni pensiero in cattività. Poi prendiamo anche in cattività (o ignoriamo, sopprimiamo, spingiamo fuori, qualunque cosa vogliate dire) le concupiscenze dei nostri occhi, le concupiscenze della nostra carne, e il nostro orgoglio. L’orgoglio porterà alla mente molti pensieri strani e tutte queste cose interromperanno la nostra capacità di dimorare in Yeshua. Se stiamo prestando attenzione alle concupiscenze dei nostri occhi, o alle concupiscenze della nostra carne, o al nostro orgoglio, o ai nostri pensieri vaganti, non saremo in grado di sentire la voce di Elohim. Quindi questa è una cosa attiva. Si tratta di stabilire una connessione tale da poter sentire ed è così che si fa.

Ora, come detto, ci sono due diversi tipi di profezia. Secondo la definizione di Strong, la prima si chiama predizione, o semplicemente previsione. Questo è il tipo a cui la maggior parte della gente pensa. È qui che il profeta Moshe o Isaia o Yirmeyahu (Geremia) parlerà e dirà “Così dice Yahweh” e poi predirà che qualcosa accadrà. Questo si chiama predire.

Ma poi il secondo tipo di profezia (che in realtà è molto più comune) è quello che si chiama ” forth-telling”. Ed è qui che parliamo delle cose dello Spirito, ma senza predire nulla. Questo è il punto in cui Moshe e Aharon vanno davanti al faraone e dicono: “Così dice Yahweh: “Lascia andare il mio popolo, perché faccia una festa per me nel deserto”.” Non hanno predetto nulla, ma stanno ancora parlando le cose di Yahweh. Parlano secondo il regno di Yahweh, parlano delle cose di Elohim. Questo è un dono molto, molto importante. E infatti non è possibile unificare il corpo se le persone non hanno questo dono, o non lo rispettano e non gli prestano attenzione. Proprio come era nel Tanakh (Antico Testamento), il popolo deve prestare attenzione alle parole dei profeti.
Nella Prima Corinzi, l’apostolo Shaul (Paolo) ci spinge a desiderare questo dono, anche al di sopra di altri doni.

Qorintim Aleph (1 Corinzi) 14:1
1 Perseguite l’amore e desiderate i doni spirituali, ma soprattutto che possiate profetizzare.

E la ragione è, di nuovo, perché non è possibile unificare il corpo senza il dono della profezia. Non è possibile compiacere Elohim senza di esso.

Ora, il problema è che non tutti hanno questo dono. Ed è per questo che ci deve essere un mezzo strutturale per compensare il fatto che non tutti hanno questo dono. Passeremo molto tempo in Prima Corinzi nel capitolo di questo studio.

Qorintim Aleph (1 Corinzi) 12:28-29
28 Ed Elohim ha nominato questi nell’assemblea: prima gli apostoli, secondo i profeti, terzo i maestri, dopo di che i miracoli, poi i doni di guarigione, gli aiuti, le amministrazioni, le varietà di lingue.
29 Sono tutti apostoli? Sono tutti profeti? Lo sono tutti gli insegnanti? Sono tutti operatori di miracoli?

Cos’è un apostolo? Un apostolo è qualcuno che ha il dono della profezia, e in effetti, un apostolo dovrebbe avere tutti i doni. Ora, se li abbia sviluppati o meno è un’altra questione. Ma un apostolo dovrebbe avere tutti i doni (compreso il dono della profezia) e, oltre al dono della profezia, dovrebbe avere anche il dono della dottrina. Per ottenere il dono della dottrina devi avere davvero un desiderio ardente di stabilire il regno di Yeshua, deve essere la cosa più importante nella tua mente. Ecco perché Yeshua dice: “Se qualcuno vuole fare la Sua volontà, conoscerà la dottrina”. Questo è qualcosa che riguarda gli apostoli.

Cos’è un profeta? Un profeta è qualcuno che sente la voce di Yahweh e poi è in grado di parlare in base ad essa. È in grado di articolare ciò che sente.

Ora ci sono altri doni come insegnanti, guaritori, aiuti, amministrazioni, varietà di lingue. Qualcuno che parla in lingue è in grado di sentire la voce di Elohim, ma non esce bene. Esce come un’ingozzatura, esce come una specie di schifezza. È qui che c’è bisogno di un interprete, per interpretare le parole di colui che parla in lingue in modo che possa edificare. Perché tutto ciò che Yahweh fa ha lo scopo di costruire il corpo, come vedremo più avanti in Efesini capitolo 4.

Quindi, come chiede Shaul al versetto 29, sono tutti apostoli (Ovviamente no!). Sono tutti profeti? (Ovviamente no!). Ebbene, questo porta a un problema reale che deve essere risolto strutturalmente in Israele.

In Geremia capitolo 11, Yahweh sta parlando a Geremia, dicendogli di istruire il popolo ad obbedire alla sua voce.

Yirmeyahu (Geremia) 11:3-4
3 “E di’ loro [to the southern kingdom of Giuda], “Così dice Yahweh Elohim d’Israele: “Maledetto [‘ârar; amaramente maledetto, qualcosa che non vogliamo assolutamente] è l’uomo che non obbedisce alle parole di questo patto
4 che ho ordinato ai vostri padri nel giorno in cui li feci uscire dal paese d’Egitto, dalla fornace di ferro, dicendo: ‘Obbedite alla mia voce e fate tutto quello che vi comando; così sarete il mio popolo e io sarò il vostro Elohim‘…”

Ci sono due cose qui, obbedire alla Sua voce e fare secondo tutto ciò che ci comanda, e allora saremo il Suo popolo ed Egli sarà il nostro Elohim.

Ora, questo è qualcosa di critico e la maggior parte delle persone lo perde. Questo è qualcosa da non perdere. Quello che Yahweh sta dicendo è che se non vogliamo essere maledetti, allora dobbiamo obbedire alla sua voce e dobbiamo fare secondo tutto quello che ci comanda.

Quindi l’errore che fa la maggior parte delle persone è che la maggior parte delle persone dice “Oh, beh, fare secondo tutto quello che Lui comanda, questo è il modo in cui obbediamo alla Sua voce. Fare secondo tutto quello che ci comanda.’ Ma ci sono due cose distinte comandate qui. Non è lo stesso, non si ripete. Sono due cose separate. E infatti, il modo in cui abbiamo ottenuto i comandamenti che sono scritti nella Torah, in primo luogo, è stato da un profeta che ascoltava le parole di Yahweh Elohim e poi le scriveva. Quindi, c’è un ruolo molto speciale che il profeta svolge all’interno di Israele, come dovrebbe essere chiaro. Chiunque stia leggendo la Torah dovrebbe capire che c’è un ruolo speciale che il profeta svolge.

Per esempio, diamo un’occhiata alla Torah. Questo è Parashat Nitsavim nel capitolo 29 del Deuteronomio.

Devarim (Deuteronomio) 29:10-12
10 “Tutti voi state oggi davanti a Jahvè, vostro Elohim: i vostri capi, le vostre tribù, i vostri anziani e i vostri ufficiali, tutti gli uomini d’Israele,

11 i vostri piccoli e le vostre mogli-
Anche il forestiero che si trova nel tuo campo, da quello che taglia la tua legna a quello che attinge la tua acqua.
12 affinché tu entri nell’alleanza con Yahweh il tuo Elohim e nel suo giuramento, che Yahweh il tuo Elohim fa oggi con te…

Ora, a questo punto siamo alla fine del tempo di Mosè come profeta, Israele è già stato formato e viene chiamato nell’alleanza come una nazione ordinata e organizzata.

A questo particolare punto avete tre organi separati. Avete Moshe con Giosuè come assistente, e lui ha i 70 anziani. Poi avete anche il Sacerdozio con Aharon che serve i sacerdoti, che serve i Leviti, che serve il popolo. Poi avete le 12 tribù d’Israele con 12 capi tribù, che servono i bisogni delle 12 tribù. E sono tutti suddivisi in leader di migliaia, leader di centinaia, leader di cinquanta e leader di decine. Quindi avete una nazione perfettamente ordinata e organizzata a questo punto e Israele viene chiamato nell’alleanza come nazione. Non dimentichiamolo.

Quindi, siete stati ordinati così e siete chiamati oggi davanti a Yahweh, affinché entriate in alleanza con Yahweh il vostro Elohim, come un popolo ordinato. E che possiate entrare nel Suo giuramento come un popolo ordinato.

Devarim (Deuteronomio) 29:13-15
13 Affinché Egli vi stabilisca oggi come un popolo per Sé [non come un gruppo di individui, ma come un popolo], affinché Egli sia Elohim per voi, proprio come ha parlato a voi e come ha giurato ai vostri padri, ad Avraham, Yitzhak e Yaakov.
14 “Io faccio questa alleanza e questo giuramento, non solo con te,
15 ma con colui che oggi sta qui con noi davanti a Yahweh nostro Elohim, come pure con colui che oggi non è qui con noi…”
[Cioè, anche per noi!]

Questo è ciò che vuole, vuole un regno per suo figlio, vuole un regno ordinato per Yeshua.
I nostri antenati sono entrati in questa alleanza anche se noi non eravamo lì. Quindi, i nostri antenati hanno stipulato un’alleanza con la nazione di Israele come una nazione ordinata, non solo un gruppo di individui. Non persone sparse qua e là. Ma una nazione ordinata. Ricordiamoci di questo mentre andiamo avanti.

Ora, cosa vuole Yeshua? Yeshua vuole una regina.

Che tipo di regina? Vuole una sposa dei Proverbi 31 che lo aiuti a costruire il suo regno. Questo è il tipo di sposa che Lui vuole.

Ok, leggiamo la grande commissione.

Matityahu (Matteo) 28:18-20
18 E Yeshua venne e parlò loro, dicendo: “Ogni autorità mi è stata data in cielo e in terra. [How much is all?]
19 Andate dunque e fate discepoli [non solo credenti, ma discepoli] in tutte le nazioni, immergendoli nel Mio nome [per sapere perché ci immergiamo solo nel nome di Yeshua, fate riferimento al volume 3 degli Studi sulle Scritture Nazarene],
20 insegnando loro a osservare [a custodire; ebraico: ‘fare’, a Shomar] tutte le cose che vi ho comandato [how many is all?]; ed ecco io sono con voi sempre, fino alla fine del mondo”.
Amein.

E qui c’è qualcosa che ricevo sempre: cerco di parlare alla gente di cosa sia un discepolo. Ok, allora, avete avuto i 4 000 e i 5 000, e le miriadi e le moltitudini, e le folle e le folle. E tutti andavano e venivano, e probabilmente ognuno di loro si considerava un discepolo. Ma non erano discepoli perché non facevano tutto quello che Yeshua diceva di fare. Così, delle migliaia che andavano e venivano davanti a Lui, ce n’erano solo 12 (e non sappiamo quante sorelle, potremmo dire 12, non lo sappiamo esattamente). Ma essere un discepolo è una cosa rara che richiede un impegno a voler fare tutto ciò che Yeshua ci comanda di fare.

Ok. Bene, quali sono le cose che Yeshua ci ha comandato? Vediamo alcune delle cose che ci ha comandato in Efesini capitolo 4. Diamo un’occhiata.

Efesini 4:11-13
11 E Yeshua stesso [Yeshua Himself commanded this] diede alcuni per essere apostoli [coloro che possono ascoltare nello Spirito, avendo il dono della profezia e anche un dono per la dottrina], alcuni profeti [who can also hear in the Spirit and speak according to it], e [in addition to that] diede alcuni per essere evangelisti, e alcuni pastori e insegnanti.
[Why did he give these gifts?]
12 per l’equipaggiamento dei santi per l’opera del ministero, per l’edificazione del corpo del Messia [because you need these gifts to do this],
[And how long is it supposed to last?]
13 fino ad arrivare tutti all’unità della fede e della conoscenza del Figlio di Elohim, ad un uomo perfetto, alla misura della statura della pienezza del Messia;
[we are not there yet].

Perché ha dato il dono della profezia? Perché è questo che aiuta a unificare il corpo, è questo che ci riunisce nella stessa fede. Staremo a vedere. Quando facciamo correttamente il quintuplice ministero, è così che il corpo cresce per diventare un uomo perfetto (o uomini perfetti, per diventare un corpo perfetto del Messia alla misura della statura della pienezza del Messia).

E la gente dice “Beh, non ci sono più apostoli, tutto è finito nel primo secolo. Perché ce n’erano solo 12.” E questo non è corretto. Come mostriamo nello studio del Governo della Torah, ci sono 22 nomi, almeno 22 apostoli, nell’alleanza rinnovata. Avevate anche Timoteo, Barnaba, Apollo, Tito, avevate un sacco di apostoli nell’alleanza rinnovata. Ce ne sono almeno 22 che sono nominati. E poi vediamo gli apostoli e i profeti menzionati anche in Apocalisse capitolo 18.

Hitgalut (Rivelazione) 18:20
20 “Rallegratevi su di lei, o cieli, e voi apostoli e profeti di turno, perché Elohim vi ha vendicati su di lei!”.

Qui si parla della caduta di Babilonia alla settima tromba. Parliamo di questo nello studio sull’Apocalisse e i tempi finali. Ma allora, se questo è ancora un evento futuro e non ci sono più apostoli e profeti, come può mai realizzarsi questo versetto? Quindi dobbiamo avere i doni degli apostoli e dei profeti. L’unica cosa è che dobbiamo avere i veri doni degli apostoli e dei profeti e non i doni contraffatti che sono così comuni.

Ok, continuiamo in Efesini capitolo 4 per vedere la risposta al perché dobbiamo organizzarci secondo apostoli, profeti, evangelisti, pastori e insegnanti. Perché dovremmo identificare coloro che hanno questi doni e perché dovrebbero lavorare tutti insieme in un unico ministero unificato?

Efesini 4:14-15
14 affinché non fossimo più figli spirituali, sballottati da una parte all’altra e portati in giro da ogni vento di dottrina, con l’inganno degli uomini, nell’astuta astuzia di trame ingannevoli,
15 ma, dicendo la verità nell’amore, possano crescere in ogni cosa in Colui che è il capo – il Messia…

Basta dare un’occhiata al movimento messianico di oggi per vedere “bambini spirituali sballottati di qua e di là, trasportati da ogni vento di dottrina con l’inganno degli uomini“. Date un’occhiata ai ministri. E non voglio insistere sui ministri messianici, ma ci sono dei veri imbroglioni là fuori. Ci sono un mucchio di ministri che non stanno insegnando secondo il quintuplice ministero, né insegnando secondo il fondamento degli apostoli e dei profeti. Questo è ciò che la Scrittura chiama “l’inganno degli uomini e l’astuzia della trama ingannevole“. Perché, effettivamente, che gli piaccia o no, non stanno cercando di costruire il ministero di Yeshua, non stanno cercando di costruire il regno unificato di Yeshua, stanno costruendo i loro propri regni. Vedremo che Yeshua lo considera un tradimento.

La cosa triste è che non conosco nessuno di loro che pensi che stanno facendo la cosa sbagliata. Ho provato a parlare con molti di loro, e non ne conosco nessuno che si svegli la mattina e dica segretamente: “He he he, sto per ingannare il popolo di Yahweh!”. Ma non stanno considerando i doni del quintuplice ministero e la necessità di operare sul fondamento degli apostoli e dei profeti.

Ma non importa come lo tagli, questo è ciò che Yahweh chiama “l’inganno degli uomini e l’astuta astuzia di trame ingannevoli“. Poiché non operano nella rottura, non ascoltano quando qualcuno come me viene da loro e dice: “Ehi, e il Ministero dei Cinque Volti? E la Fondazione degli Apostoli e dei Profeti?” E non si ottiene una risposta.

Allora, qual è la soluzione? La soluzione è che dobbiamo “dire la verità nell’amore“. E questo è un ramez (un suggerimento), questo parla solo del dono della profezia. Perché questo è ciò che fanno i profeti. Quindi, Yahweh è la verità. Il lavoro di un profeta è quello di ascoltare Yahweh, quindi tu senti la verità da Yahweh, Yahweh è la verità, poi parli secondo quella verità. E si spera che tu lo dica con amore. E se i profeti faranno questo, allora cresceremo in tutte le cose in Colui che è il nostro capo, Yeshua Messiah.

Ora torniamo indietro di un paio di capitoli. Eravamo appena in Efesini 4, torniamo a Efesini capitolo 2, e vedremo dove entra in gioco l’aspetto dell’unità.

Efesino (Efesini) 2:19-20
19 Ora, dunque, non siete più stranieri ed estranei, ma concittadini dei santi e membri della famiglia di Elohim,
20 essendo stato costruito sul fondamento degli Apostoli e dei Profeti,
Essendo Yeshua Messiah stesso la pietra angolare principale

L’apostolo sta parlando a Efraim, sta parlando alle tribù perdute d’Israele più quelle di Giuda che sono andate anch’esse in dispersione con loro. Sta parlando della casa di Elohim; ci dice che questa casa è stata costruita sul fondamento degli apostoli e dei profeti. Perché è così importante? Perché è quello che fornisce la verità. Vedremo che i veri adoratori hanno bisogno di adorare sia nello spirito che nella verità. Quindi sono gli apostoli e i profeti che hanno il dono della profezia, che ascoltano dalla verità (Yahweh), e poi parlano secondo. Quindi ci può essere solo un ministero. Perché Yeshua non ha un mucchio di ministeri diversi. Yeshua ha una casa, Yeshua ha un ministero. E il ministero di Yeshua, il tempio di Yeshua, la casa di Yeshua, è costruita sul fondamento (il singolare, unificato fondamento) di apostoli e profeti, essendo Yeshua Messiah stesso la pietra angolare principale.

E la gente dice: “Beh, io non voglio far parte di questo!“Beh, è un peccato. Dice che dobbiamo essere montati insieme.

Efesini 2:21-22
21in cui l’intero edificio, essendo montato insieme, cresce in un tempio a Yahweh,
22 in cui anche voi siete stati costruiti insieme per una dimora di Elohim nello Spirito.

Quindi, un tempio non è solo un mucchio di pietre, non è solo un mucchio di macerie. State per costruire un tempio e avete le pietre, giusto? Ma bisogna ordinarli e impilarli nel modo giusto. Bisogna mettere i più forti sul fondo per sopportare il peso della struttura. Poi hai il prossimo strato di pietre, e tutto deve essere impilato correttamente, tutto deve essere messo al posto giusto. In modo che quelli in basso possano sopportare il peso, tutto il tremendo peso, di quella struttura. E devono essere ordinati e organizzati correttamente per costruire uno spazio all’interno dove la gente possa entrare per adorare. Non si può trovare uno spazio di culto in un cumulo di macerie. Non si può trovare uno spazio di culto all’interno di un campo cosparso di un mucchio di pietre sparse. Non si tratta di questo. È un edificio ordinato, e deve essere costruito sul fondamento degli Apostoli e dei Profeti, con Yeshua Messiah stesso che è la pietra angolare principale.

Ora i cattolici hanno effettivamente il loro tempio, ok. Ma non l’hanno costruita con Yeshua Messiah stesso come pietra angolare principale, l’hanno costruita con il Vescovo di Roma (o il Papa) come pietra angolare principale. Ed è per questo che il loro edificio sta per cadere (e grande sarà la sua caduta!).

Ora, il nostro compito è quello di costruire il tempio corretto su un corretto fondamento di Apostoli e Profeti con Yeshua Messiah che è la pietra angolare principale. E ancora una volta, il modo in cui lo facciamo è dimorando in Yeshua e Yeshua in noi, come Lui dimora nel Padre e il Padre in Lui. Quindi, la sottomissione e la rottura sono il primo lavoro. Chiunque desideri essere un apostolo o un profeta, o avere il dono di una profezia, o avere uno qualsiasi dei doni, il lavoro principale per ognuno di noi è essere spezzato e sottomesso a Elohim. Perché abbiamo la nostra volontà umana, carnale. Abbiamo le cose che vogliamo, e tutte le cose che vogliamo sono in contrasto con le cose che vuole Elohim. Dobbiamo cadere sulla pietra ed essere spezzati. Ed è così che ci assicuriamo che la pietra non ci cada addosso e ci riduca in polvere. Dobbiamo cadere ed essere spezzati prima di poter poi essere al suo servizio.

Beh, possiamo usare altre analogie. Ci sono diverse analogie. L’analogia del corpo di Yeshua, l’analogia del tempio di Yeshua, c’è anche l’analogia dell’olivo dove Yeshua è la radice. Si potrebbe anche chiamarlo il Capo dell’Angolo o la Pietra angolare principale. Ma ora, consideratelo come la radice.

Ancora una volta, è Lui che spinge verso l’alto le sostanze nutritive, è Lui che spinge l’acqua verso il resto dell’albero. Ma poi di nuovo, devi ancora avere qualcosa per sopportare il peso del resto dell’albero. Così ora avete il tronco e vedremo che questo è effettivamente la Fondazione degli Apostoli e dei Profeti (o è anche chiamata Fondazione degli Apostoli e degli Anziani). Daremo un’occhiata a questo.

Ancora una volta, si finisce con un sacco di gente che dice: “Non capisco. Ho il dono dello Spirito, quindi so che posso parlare direttamente con Elohim, e so che Lui mi risponde. E so che Lui mi parla. Allora perché devo rispondere agli uomini? Non capisco.”

Non è che stanno rispondendo agli uomini, è che stanno rispondendo agli uomini che sono rotti e che stanno servendo un ruolo nel tempio unificato di Yeshua. E questa è una cosa molto diversa. Ci sono molti ministeri là fuori dove i ministri non sono rotti, e non stanno servendo per costruire il tempio unificato di Yeshua. Ma quello che Yeshua vuole è un ministero unificato. E, come abbiamo visto in Geremia, ci viene comandato di obbedire alla voce di Yahweh, per non essere maledetti. E se non possiamo sentire la voce di Yahweh come possiamo obbedire? A meno che non stiamo ascoltando qualcuno che sente la voce di Yahweh e parla secondo questa. Questa è la differenza e questa è la verità.
In Giovanni capitolo 4, Yeshua parla alla donna al pozzo e le dice quanto segue.

Yochanan (Giovanni) 4:24
24 “Elohim è Spirito, e coloro che Lo adorano devono adorare in Spirito e verità”.

Ecco perché abbiamo bisogno sia dello Spirito che della corretta dottrina, ecco perché dobbiamo continuare ad avere il dono dei profeti e degli apostoli. Perché i profeti sentono la verità e possono parlare secondo essa, e gli apostoli inoltre hanno il dono della dottrina. Sono in grado di mettere tutto in ordine per vedere compiuta l’opera di Elohim.

Ora, nel primo secolo avevano gli stessi problemi che abbiamo noi oggi. Le persone sono persone. Penso che oggi abbiamo più di un problema perché gli apostoli, in un certo senso, avevano un vantaggio su di noi. Yeshua era proprio lì, Yeshua ha organizzato tutto. E poi, poiché le persone sono persone, le cose hanno cominciato a degenerare quasi immediatamente circa 2000 anni fa. Ed ora eccoci qui oggi, 2000 anni dopo, e le cose sono molto più degenerate. Il trucco è che spetta a quelli di noi che amano Yahweh, e che sentono secondo la Sua voce, sentire la verità e cominciare a parlare secondo essa. In modo che le pecore che sentono la Sua voce possano poi discernere qual è il vero ministero e quali sono quelli falsi che servono effettivamente come esche.

Qoritim Aleph (1 Corinzi) 1:10-11
10 Ora vi supplico, fratelli, con il nome del nostro Adon [Master] Yeshua Messia, che tutti voi parliate la stessa cosa, e che non ci siano divisioni tra di voi, ma che siate perfettamente uniti nella stessa mente e nello stesso giudizio.
11 Poiché mi è stato dichiarato riguardo a voi, fratelli miei, da quelli della famiglia di Cloe, che ci sono contese tra di voi.

L’apostolo Shaul (Paolo) sta dicendo qui di essere un corpo unito, in accordo di dottrina, senza divisioni. La maggior parte della gente va nella direzione sbagliata con questo. La maggior parte della gente dice: “Bene, allora quello che faremo è concordare di essere in disaccordo su tutto ciò che è importante, va bene? Così, saremo tutti un unico amore nello Spirito.” Ed è qui che entra in gioco il Movimento Ecumenico ed è qui che molte persone perdono la loro corona. Perché dimenticano che dobbiamo essere uno, non solo nello Spirito, ma dobbiamo essere uno nello spirito e nella verità. Dobbiamo avere la giusta dottrina oltre allo Spirito.

Shaul dice che ci sta supplicando di parlare tutti la stessa cosa. L’unico modo per ottenerlo è operare nella Fondazione degli Apostoli e dei Profeti. Ci sta supplicando che non ci siano divisioni tra di noi. Di nuovo, l’unico modo per ottenerlo è operare sulla Fondazione degli Apostoli e dei Profeti. Essere perfettamente uniti nella stessa mente e nello stesso giudizio. Questo è esattamente quello che è successo in Atti capitolo 15 e anche in Atti capitolo 21, che vedremo tra un momento. Di nuovo, l’unico modo per ottenere ciò in un vero senso pratico è operare sulla Fondazione degli Apostoli e dei Profeti. Perché c’erano delle contese tra di loro? Perché non sentono la voce di Yahweh, non parlano secondo la voce di Yahweh, non profetizzano. Parlano le loro parole, non le parole di Elohim.

Qorintim Aleph (1 Corinzi) 1:12-15
12 Ora io dico questo, che ognuno di voi dice: “Io sono di Shaul“, o “Io sono di Apollo“, o “Io sonodi Cefa“, o “Io sono del Messia“.
13 Il Messia è diviso? Shaul è stato crocifisso [killed] per te? O sei stato immerso nel nome di Shaul? [Shaul stava iniziando il suo ministero? No!]
14 Io ringrazio Elohim che non ho immerso nessuno di voi, tranne Crispo e Gaio,
15 per evitare che qualcuno dicesse che mi ero immerso nel mio nome.

In altre parole Shaul sta rimproverando come la gente diceva: “Io sono di questo ministro”, “Io sono di quel ministro”. E “io sono di questo rabbino“o “imparo molto da quest’uomo“. O “Oh beh, io sono del Messia” (ma non proprio). O anche: “Beh, io seguo tutta la Scrittura, non seguo nessun ministero” (ma non proprio, perché non sono costruiti insieme sul fondamento di Apostoli e Profeti, vero?). Quindi, avevamo la stessa situazione nei primi secoli che abbiamo oggi. Abbiamo un mucchio di persone che non sentono la voce di Yahweh, e non sanno cosa significa sentire la voce di Yahweh, e poi hanno le loro proprie opinioni. Beh, cosa si può fare per queste persone, sai? E questa è davvero una cosa triste.

Di nuovo, la cosa triste è che non conosco nessuno che lo faccia di proposito. Non conosco nessuno che lo faccia intenzionalmente. Ma ci sono molte persone nel Movimento Messianico oggi che non hanno il dono della profezia. Non so se hanno pregato per il dono della profezia e semplicemente non l’hanno ricevuto, o se non si sono dedicati a sufficienza, o se non sono caduti sulla pietra e sono stati spezzati a sufficienza. Non so quale sia il problema. Le persone sono persone, naturalmente. Ma a quanto pare nel primo secolo avevamo lo stesso identico problema di oggi. Solo che oggi credo che l’abbiamo in misura molto maggiore. E questo è quanto.

Egli dice: “Io sono di Shaul“. Ok. Ebbene noi dovremmo imitare Shaul, ma solo nella misura in cui lui imita Yeshua. E questo è quello che succede. Le persone ascoltano questo o quel ministro ma poi non vanno ad imitare Yeshua, in modo molto reale, che è ciò che è richiesto. E se non siamo in grado di farlo, allora, come minimo, dobbiamo unificarci su una Fondazione di Apostoli e Profeti. In modo che ci sia “un unico ministero unificato” e tutti noi predichiamo secondo la stessa dottrina senza divisioni dottrinali tra di noi. Il Messia è diviso? No! Allora, perché il corpo di Yeshua è diviso? Shaul sta dicendo che no, non stava dirigendo il suo ministero. Ok. Perché non vogliamo iniziare i nostri ministeri, questo è proibito. Dobbiamo lavorare tutti insieme al ministero di Yeshua.

Qorintim Aleph (1 Corinzi) 1:16-17
16 Sì, ho immerso anche la famiglia di Stephanas. Inoltre, non so se ho immerso qualche altro.
17 Poiché il Messia non mi ha mandato per immergere [meaning to immerse people into his own sect], ma per predicare la Buona Novella [del ‘Regno’, il Regno di Yeshua! Molto importante!], non con sapienza di parole, perché la croce [stake] del Messia sia resa vana.

C’è un regno unificato che deve operare sul fondamento degli apostoli e dei profeti. Ciò che rende la croce (palo) del Messia senza effetto è quando non si va avanti a costruire un unico ministero unificato basato su un unico fondamento di apostoli e profeti. Questo è ciò che manca oggi nel Movimento Messianico. Possiamo vedere gli inizi di questa frammentazione nel primo secolo.

Allora diamo un’occhiata intorno a noi e questo è esattamente ciò che vediamo. Vediamo, sapete, “Mi piace questo insegnante”, mi piace Saturday Night Live Ministries”, o “Mi piace Passion for Part of the Truth Ministries”, o sapete, “I Dial 9-1-1 When I Have an Emergency”. Tutti questi diversi ministeri che non sono il ministero di Yeshua, non sono la setta israelita dei Nazareni di Atti capitolo 24, versetto 5 e Atti capitolo 28, versetto 22. Più precisamente, non parlano a favore del quintuplice ministero, e non operano sull’unico fondamento unificato di Apostoli e Profeti. Quindi quello che avete effettivamente sono ministeri contraffatti.

Ora non sto dicendo nulla di negativo su questi uomini, perché con i ministri che conosco, non conosco nessuno di loro che sappia che stanno facendo qualcosa di sbagliato. Non conosco nessuno di loro che si metta di proposito a fare la cosa sbagliata. Non credo che nessuno di loro si svegli la mattina dicendo: “He he he, vado a fuorviare le pecore di Yeshua“. Ma non stanno ascoltando e obbedendo alla necessità di operare sul fondamento degli apostoli e dei profeti. E questo è esattamente il caso. Vediamo la stessa identica cosa accadere in Atti, capitolo 15. C’è bisogno di non avere divisioni tra di noi.

Ma’asei (Atti) 15:1-2
1 E alcuni uomini scesero dalla Giudea e insegnarono ai fratelli: “Se non siete circoncisi secondo l’usanza di Moshe, non potete essere salvati”.
2 Perciò, quando Shaul e Barnaba ebbero non poco dissenso e disputa con loro, stabilirono che Shaul e Barnaba e alcuni altri di loro salissero a Gerusalemme, dagli apostoli e dagli anziani, per questa questione.

Ok, ora il cristianesimo va nella direzione sbagliata con questo. Il cristianesimo dice che questo è secondo la Torah di Moshe, e non è quello che dice qui. Dice che se non sei circonciso secondo l’usanza di Moshe, non puoi essere salvato. Quindi chi è veramente questo, questo è un gruppo di ebrei messianici a una o due case. Sono ebrei talmudici, rabbinici, messianici, come mostriamo nello studio Nazareno Israele, così come nel governo della Torah e in altri luoghi. Sono di quella che viene chiamata la setta dei farisei che credono. Ora, se andate nella terra d’Israele o anche negli Stati Uniti potete vedere questo tipo di credenti. Sono letteralmente credenti talmudici rabbinici. Leggono il Talmud, si fanno chiamare Rabbino o chiameranno qualcun altro Rabbino, e credono letteralmente che le cose debbano essere fatte secondo le tradizioni e gli insegnamenti dei Rabbini. E una di queste tradizioni e insegnamenti dei Rabbini oggi si chiama giyur (גיור), che è il processo di conversione dei gentili. Nel primo secolo si chiamava l’Usanza di Moshe, o la Tradizione e l’Insegnamento di Moshe, in altre parole, come si entra nel Patto di Moshe. Quindi quello che stanno realmente dicendo qui nel versetto 1 è che se non ti sottometti all’autorità rabbinica, non puoi essere salvato.

Beh, naturalmente Shaul e Barnaba ebbero non poco dissenso e disputa con loro perché Yeshua era molto contrario ai rabbini. Questa è una cosa che non potrò mai capire, come si può avere qualcuno nel mondo di oggi che si definisce un rabbino messianico. Semplicemente non lo capisco. Ancora una volta, stiamo parlando della dottrina. Quando Yeshua dice: “Ma non siate chiamati Rabbi“, e la gente inizia a cercare ogni scusa nel libro per chiamarsi Rabbi. È una di quelle cose. Sì, se cerchi bene, sì, puoi trovare dei modi per trovare delle scuse per evitare di fare ciò che Yeshua ha detto di fare. Ma questo è quello che state facendo. Ti stai scusando dal fare ciò che Yeshua ha detto di fare.

Ok. Così alcuni uomini della setta dei farisei, che credevano al messianismo rabbinico, scesero dalla Giudea e insegnarono ai fratelli: “se non ti sottometti all’autorità rabbinica, non puoi essere salvato. Se non sei circonciso secondo le tradizioni e gli insegnamenti del Talmud, non puoi essere salvato.” Ebbene Shaul e Barnaba avevano un dissenso non da poco nella disputa con loro, e allora cosa faranno? Perché non riuscivano a trovare un accordo. Stabilirono che Shaul e Barnaba e alcuni altri di loro salissero a Gerusalemme, dagli apostoli e dagli anziani. Alla Fondazione degli Apostoli e dei Profeti, per porre questa domanda. Se volete leggere di più su questo argomento vi incoraggerei a leggere lo studio Nazareno Israele, ed è anche nel Governo della Torah. Spieghiamo ciò che è realmente accaduto in Atti, capitolo 15.

Beh, molte persone vorrebbero credere che l’alleanza rinnovata sia stata scritta in un vuoto, e che possiamo capire l’alleanza rinnovata senza capire la cultura ebraica del primo secolo. Non è questo il caso. Nel primo secolo c’era una cosa chiamata Sinedrio, che esiste ancora oggi. Il Sinedrio è anche quello che viene chiamato il Beit Din o il Beit Din Gadol. È la Grande Corte, o il Grande Consiglio, e questo è fondamentalmente ciò che il giudaismo usa per la sua Fondazione di Apostoli e Profeti. Questo è ciò che vediamo in Atti, capitolo 15. Vediamo Shaul e Barnaba salire a Gerusalemme per consultarsi con il consiglio, con il Beit Din Gadol, con il Sinedrio Nazareno. Essi si consulteranno con il Consiglio degli Apostoli e dei Profeti, qui chiamato Consiglio degli Apostoli e degli Anziani, su questa questione. E non l’hanno fatto solo nel capitolo 15 degli Atti.

Quindi, questo è il punto. Al cristianesimo piace credere che un gruppo di ragazzi si sia riunito in una stanza e abbia avuto una grande discussione e poi tutti, perché tutti hanno lo Spirito, si sono resi conto della verità e allora era ovvio per tutti. Beh, non è questo il caso. Non è andata così. Quindi, non ci piace usare la parola greca Sanhedrin. Ma esiste una cosa chiamata Beit Din, o Grande Consiglio, Grande Corte. E noi usiamo questo modello perché è esattamente quello che è stato usato qui in Atti, capitolo 15, e di nuovo in Atti, capitolo 21.

In Atti, capitolo 18, versetto 18, l’apostolo Shaul si rasò la testa a Cenchrea perché aveva separato il suo voto nazarita. Poi, per tre capitoli, procede verso Gerusalemme per arrivarci il giorno della Pentecoste. Arriva a Gerusalemme e Shaul e tutti sono accolti con gioia. Poi si dice che il giorno seguente Shaul andò con loro da Yaakov, che era il capo (chiamato anche il Nasi, o il presidente, o il principe) del Beit Din Gadol. Era il Nasi (capo) del Sinedrio e tutti gli anziani erano presenti.

Ma’asei (Atti) 21:18
18 Il giorno seguente Shaul è entrato con noi aYaakov, e tutti gli anziani erano presenti.

Ancora una volta, vediamo il Consiglio degli apostoli e degli anziani. Vediamo il Consiglio degli Apostoli e dei Profeti, la Fondazione degli Apostoli e dei Profeti. E questi sono uomini che stanno prendendo ogni pensiero in cattività, si stanno collegando con Yeshua. Loro in Yeshua e Yeshua in loro, Lui nel Padre e il Padre in Lui. Vengono rotti, continuamente rotti. Mettono da parte i propri pensieri e ascoltano ciò che Elohim ha da dire loro. Questo è l’obiettivo, questo è il lavoro di qualsiasi profeta o apostolo. Perché non si tratta più di quello che pensiamo. Ora si tratta di come Elohim ci dirige attraverso il Suo Spirito. Ed è così che si ottiene la vera unità. Essendo unificati nel Suo Spirito e attraverso il Suo Spirito.

E questa è una cosa molto diversa dalla situazione che l’apostolo Shaul stava decantando qui in Prima Corinzi capitolo 1, verso 10

Qoritim Aleph (1 Corinzi) 1:10
10 Ora vi supplico, fratelli, con il nome del nostro Adon[Master] Yeshua Messia, che tutti voi parliate la stessa cosa, e che non ci siano divisioni tra di voi, ma che siate perfettamente uniti nella stessa mente e nello stesso giudizio.

Si può vedere questo accadere continuamente nel Movimento Messianico oggi. Puoi vedere: “Beh, mi piace questo insegnante“, o “Beh, seguo quel pastore“, o “Mi piacciono molto i suoi studi“, o “Sai, ricevo un ottimo spoglio da questo rabbino messianico“. E poi qualcun’altro pipa “Beh, io seguo Yeshua“, o “Io obbedisco solo alle Scritture“. Ma in realtà non lo fanno. Perché le Scritture ci dicono di unificare e di avere un unico ministero, il ministero di Yeshua, che deve essere fondato sul fondamento, costruito sulla Fondazione degli Apostoli e dei Profeti. E se non lo è, allora quello che sta facendo in realtà è mettere in competizione il vero Regno globale di Yeshua. Perché questo è l’obiettivo. Questo è lo scopo dell’esercizio, stabilire un regno per Yeshua. E se non stiamo stabilendo un unico Regno unificato per Yeshua, allora stiamo stabilendo una competizione per l’unico Regno unificato di Yeshua. Ed Elohim non lo tratterà bene nel giorno del ritorno di Suo Figlio. Questa è una cosa che non vogliamo mai essere trovati a fare, dando concorrenza al Regno di Yeshua.

Beh, si vede sempre gente su Facebook.‘Non abbiamo bisogno di un regno’. Non abbiamo bisogno di una fondazione di apostoli e profeti“. Avevo un fratello e non lo dimenticherò mai. Credo di averlo detto in un altro video. Ho spiegato tutte queste cose a questo fratello, cos’è che dovremmo fare, l’importanza della Fondazione degli Apostoli e dei Profeti, come i doni del quintuplo ministero dovrebbero lavorare tutti insieme. E lui: “Amico, sembra proprio un sacco di lavoro!”. Come spieghi a qualcuno che afferma di essere esaurito, morto nella carne, in fiamme, amando Yahweh il suo Elohim con tutto il suo cuore, tutta la sua anima, tutta la sua forza, e lui è come, “Amico, questo sembra solo un sacco di lavoro!”?

Ci sarà un’enorme distruzione. Quando leggiamo le profezie, la grande maggioranza di Efraim non sopravviverà, e la grande maggioranza di Giuda non sopravviverà. Non vogliamo essere quelle persone. Vogliamo essere quelli che sono nella Sua volontà e nel Suo favore perché stiamo facendo la Sua opera e abbiamo vero amore per i fratelli. Questo è ciò che vogliamo.

Quindi, si parla del messianico ed è come “Beh, stiamo solo condividendo la Buona Novella su Facebook, stiamo condividendo memes e stiamo dando i pollici in su! Ci stiamo iscrivendo! Ok, lasciate che vi chieda, sta costruendo Yeshua un unico Regno unificato in tutto il mondo? E questo Regno è costruito sul fondamento degli Apostoli e dei Profeti? E se no, cosa stiamo facendo?

Ma tu hai il “Ma, ma, ma io non voglio appartenere a un’organizzazione!“C’era questo ministro, sapete. E sto ascoltando una sua conferenza. Sta in piedi proprio davanti, dice semplicemente: “Non sono affiliato a nessun altro ministero” e la folla è proprio come Yay! Tutti sono così felici perché non è affiliato a nessun altro ministero. Sono così felici perché il suo ministero non è costruito sul fondamento degli apostoli e dei profeti. Tutti sono così felici perché non sta aiutando a costruire il Regno globale unificato di Yeshua. È orgogliosamente scollegato dal resto del corpo. È una mano; non ha un ginocchio al piede. È una mano e non ha bisogno del cervello. È una mano; non ha bisogno del cuore. È una bocca e non ha bisogno dello stomaco.

È proprio come: come si fa a comunicare con queste persone?

Non lo so. speriamo che tu faccia dei video e che l’uno su mille che ama veramente Yeshua ascolti e capisca, e che gli altri vadano alla loro distruzione. Perché questo è ciò che dice Yahweh. “Maledetto colui che non obbedisce alla sua voce“, e questo è ciò che la sua voce ci dice oggi. Che dovremmo formare un unico Regno unificato per Yeshua. Dovremmo investire saggiamente i nostri minas per costruire un regno per Yeshua.

E questo non è quello che la maggior parte delle persone sta facendo. Quello che la maggior parte delle persone sta facendo è cercare divertimento e fratellanza e questo è tutto. Si incontrano nel salotto di qualcuno, leggono la porzione di Torah, fanno un pasto condiviso. E loro sono come “Evviva! Abbiamo l’amicizia!” Ma non stanno costruendo l’unico Regno globale unificato di Yeshua, secondo la vera dottrina su una giusta Fondazione di Apostoli e Profeti. E la ragione è che non sentono la voce di Yahweh e non hanno abbastanza buon senso per ascoltare quelli che lo fanno.

Così quello che abbiamo oggi nel movimento è un gruppo di leader messianici, insegnanti, rabbini, pastori e ogni sorta di cose che costruiscono ministeri separati. E il problema qui è che nella Scrittura, secondo Yahweh, gli insiemi di credenze separate equivalgono a nazioni separate. Per come Yahweh vede le cose, credenze separate sono nazioni separate. Non è così preoccupato della nostra genetica. Non è la cosa principale. C’è una componente genetica, ne parliamo nello studio Nazareno Israele, non è la cosa principale. La cosa principale è che abbiamo tutti lo stesso set di credenze. E lasciatemi dire, per completare questo pensiero, che ogni famiglia, ogni nazione, ogni clan (come spieghiamo nello studio Nazareno Israele ) ha almeno una parte della genetica di Abramo, Isacco e Giacobbe. Ma il fatto è quello che Yahweh guarda.

Per esempio, Ruth. Ruth era una mobildonna, non era un’israelita. Ma è nella discendenza del re Davide. Lei è nella discendenza di Yeshua. Perché la sua convinzione era giusta. Questo è ciò che Yahweh guarda. Quindi una singola credenza è una singola nazione. Tecnicamente, la setta dei Sadducei, che è una nazione diversa dalla setta dei Farisei. E poi entriamo in tutta la faccenda babilonese dove si creano nazioni babilonesi basate sulla democrazia, e si hanno diverse religioni all’interno di questo. E questo è un incubo a parte, l’abbiamo spiegato nello studio sull’Apocalisse. Ma nella Scrittura una nazione è definita come una singola dottrina, una nazione è un singolo insieme di credenze. Questo è il modo in cui Yahweh guarda le cose. Ecco perché Yeshua chiede quando ritorna “troverà la Fede sulla terra?” La maggior parte delle versioni traduce “troverà la fede sulla terra?“, in realtà dice “troverà la fede sulla terra?” E la Fede che è sulla terra utilizza la dottrina del quintuplice ministero, costruita su un fondamento unificato di Apostoli e Profeti. Perché se l’organizzazione è costruita sul fondamento di Apostoli e Profeti che (per definizione) sentono la voce di Yahweh, allora il resto del corpo che non è in grado di sentire la voce di Yahweh può ancora obbedire alla voce di Yahweh. E così non cadono in preda alla maledizione.

Che tipo di maledizione? Questo è ciò che avete nel pasticcio messianico.

Non avete una Fondazione di Apostoli o Profeti. Avete alcuni falsi apostoli, e avete alcuni falsi profeti che stanno costruendo i loro regni. Stanno costruendo i loro ministeri. E ancora una volta, avete un cumulo di macerie. Non c’è modo di entrare per l’adorazione, non c’è vera unità. Questo non è gradito a Yeshua, non è quello che Lui vuole.

Bene, Yeshua parla ai falsi profeti in Matteo capitolo 12.

Mattiyahu (Matteo) 12:30
30 “Chi non è con me è contro di me, e chi non si riunisce con me si disperde all’estero”.

Sta parlando del Suo unico Regno unificato basato su un’unica Fondazione di Apostoli e Profeti, con un’unica dottrina. Questo è ciò di cui sta parlando. E se stiamo facendo qualcosa di diverso da questo è effettivamente un tradimento. Stiamo effettivamente ponendo delle pietre d’inciampo per gli ignari. Non farti mangiare dai lupi, devi essere più intelligente del lupo.

Devarim (Deuteronomio) 18:20
20 [Yahweh says] “Ma il profeta [false] che presume di dire nel Mio nome una parola che Io non gli ho comandato di dire, o che parla nel nome di altri [false] Elohim, quel profeta morirà“.

Qui non sta parlando solo di predizione, ma di qualsiasi profezia. Parlare secondo le cose di Elohim, parlare secondo le cose del Regno, anticipare o predire. Cioè se si sbaglia, o se non è completo, o se sta mettendo in piedi un ministero diverso, o se sta ponendo pietre d’inciampo per gli ignari, o se parla in nome di altri falsi elohim.

Stiamo entrando in un tempo, fratelli e sorelle; stiamo entrando nei tempi finali. Anche ora dobbiamo essere in grado di vedere Matteo 24 che bussa alla porta. Quindi, eccoci qui alla fine dei tempi, cosa faremo? Faremo ciò che Yeshua dice di fare? Esattamente quello che Lui dice di fare? Ci uniremo su un unico fondamento di Apostoli e Profeti? O vogliamo fare le nostre cose? Stiamo entrando in un tempo in cui la disobbedienza sarà punita, e credo che sarà punita con la morte.

Parleremo in un altro luogo dell’errore malvagio della vendita di libri (a scopo di lucro). Perché la vendita di libri causa divisione, non è quello che dovremmo fare. E ancora, questo è dire una parola nel Suo nome che Elohim non ci ha comandato di dire. Perché Elohim proibisce la vendita di libri nella Sua parola. Costruire ministeri separati è sicuramente contro la parola di Elohim. E non unificare sul fondamento degli apostoli e dei profeti è contro la Sua parola. Queste persone sono mercenari, così li definisce la Scrittura.

Ora, sono sicuro che ci sono ministri là fuori che possono intenzionalmente ingannare le persone. Ho visto ministri cristiani nel protestantesimo e ministri cattolici con cui forse non dubiterei di questo. Ma non conosco nessuno di questi rabbini messianici, pastori messianici, o leader e insegnanti messianici che sospetterei di svegliarsi la mattina e cercare deliberatamente di ingannare la gente. Ma questo è effettivamente quello che stanno facendo. E il modo in cui Elohim guarda le cose è che se inganniamo il Suo popolo, ci accredita come se avessimo voluto ingannare il Suo popolo. Ecco perché Yaakov (Giacomo) dice di non essere molti, di non essere in molti ad essere insegnanti. Perché saremo tenuti ad uno standard molto più alto. Ma anche così, le pietre d’inciampo devono arrivare.

Dobbiamo solo essere più intelligenti di una pietra d’inciampo e dobbiamo essere più intelligenti dei lupi, e anche dei mercenari.

Yochanan (Giovanni) 10:12
12 “Ma un mercenario, colui che non è il pastore, uno che non possiede le pecore, vede arrivare il lupo e lascia le pecore e fugge; e il lupo prende le pecore e le disperde”.

Il mercenario non abita in Yeshua, Yeshua non abita in lui. Come facciamo a sapere questo? Perché i frutti sono sbagliati. Perché non sta lavorando insieme per costruire un unico ministero unificato basato su un’unica Fondazione di Apostoli e Profeti. Ha il suo proprio ministero, sta facendo qualcos’altro, sta creando un regno separato che è uno spirito diverso. Yeshua non abita in loro. Non può essere, perché se Yeshua dimora abbastanza in noi, se io sono in Yeshua e Yeshua è in me, se lo Spirito di Yeshua è veramente in me, allora farò le stesse cose che faceva Yeshua.

Cosa sta facendo Yeshua? Yeshua sta costruendo un unico Regno unificato. Quindi sto costruendo un unico Regno unificato basato su una Fondazione di Apostoli e Profeti con i doni del Quinto Ministero? Se è così, allora c’è una possibilità che forse lo Spirito di Yeshua vive in me. Ma se non sto costruendo un unico Regno unificato basato su un’unica Fondazione di Apostoli e Profeti secondo i veri doni del Quinto Ministero, non c’è alcuna possibilità che lo Spirito di Yeshua stia dimorando in me. Questo è qualcosa a cui pensare quando si è alla ricerca di ministeri da cui attingere, o se si è un ministro stesso. Pensate attentamente a queste cose, la vita che salvate potrebbe essere la vostra.

Quanti ministeri, quanti regni stiamo costruendo? Qualcosa su cui riflettere.

La gente chiede: qual è il mio consiglio? Il mio consiglio è questo. La prima cosa è chiedere il regalo. Questo è un dono che ognuno di noi che può, dovrebbe coltivare. Non so se Elohim vi darà il dono o non vi darà il dono. Ma è un dono che tutti dovremmo chiedere. Perché l’apostolo Shaul ci dice di desiderare i doni, ma soprattutto di profetizzare. Così possiamo parlare secondo la parola di Elohim e non secondo le nostre errate, erronee, malinterpretazioni della parola di Elohim, che è ciò che la maggior parte dei leader e degli insegnanti stanno facendo.

Una volta ricevuto il dono, allora ci concentriamo su Yeshua, e poi usiamo la disciplina per prendere ogni pensiero in cattività e bloccare le concupiscenze dei nostri occhi. Non andare a guardare le donne. Non andare a guardare le macchine. Non andate a guardare le cose che vorreste avere. Resta concentrato su Elohim. Pregate per ciò di cui avete bisogno e lasciate che Lui ve lo porti. Non lasciate che la concupiscenza della carne salga, non pensate a cose che vi farebbero sentire bene. Eliminate quelle. “Resisti al diavolo e lui fuggirà da te!” Non fatevi prendere dall’orgoglio. Non pensare a cose per giustificare perché va bene nel tuo caso, o pensare a quanto sarà glorioso per te, e questo e quello. Affiancare tutti questi pensieri.

Quando ti rimane la disciplina, affollando tutti quei pensieri, ci dovrebbe essere una concentrazione interiore su Yeshua e Yeshua in te. E si dovrebbe sentire questa connessione. Lui nel Padre e il Padre in Lui. Tu in Lui e Lui in te. Poi, quando lo fai, respira semplicemente ispirazione-espirazione. Respira e ascolta davvero interiormente nello Spirito. Quando lo fai, chiedi a Yahweh di mostrarti qual è l’unico ministero che Lui ha che è l’insegnamento dellaFede che è stata una volta per tutte consegnata ai santi. E sentire la Sua voce in questo.

Dobbiamo ricordare che Yahweh dice: “Maledetto l’uomo che non obbedisce alle parole di questo patto“.

Yirmeyahu (Geremia) 11:3-4
3 “E di’ loro [to the southern kingdom of Giuda], “Così dice Yahweh Elohim d’Israele: “Maledetto [‘ârar; amaramente maledetto, qualcosa che non vogliamo assolutamente] è l’uomo che non obbedisce alle parole di questo patto
4 che ho ordinato ai vostri padri nel giorno in cui li feci uscire dal paese d’Egitto, dalla fornace di ferro, dicendo: ‘Obbedite alla mia voce e fate tutto quello che vi comando; così sarete il mio popolo e io sarò il vostro Elohim‘…”

Cos’è l’alleanza? L’alleanza è di obbedire alla sua voce e anche di fare tutte le cose che la sua voce ha detto di fare. Che qualcuno che poteva sentire la Sua voce ha scritto. E se faremo queste cose, allora saremo il Suo popolo ed Egli sarà il nostro Elohim. E se faremo queste cose, allora ci sarà unità nel corpo del Messia. Perché stiamo praticando e sviluppando il dono della profezia.

If these works have been a help to you in your walk with Messiah Yeshua, please pray about partnering with His kingdom work. Thank you. Give