Chapter 12:

Perché lo svezzamento (e non il Bar Mitzvah)?

“Questa è una traduzione automatica. Se vuoi aiutarci a correggerlo, puoi inviare un’e-mail a contact@nazareneisrael.org“. 

In Il Calendario della Torah, in “Per i compleanni“, spieghiamo che le feste di compleanno lasciano sempre presagire il male. Per esempio, quando Paro (Faraone) festeggiò il suo compleanno, il capo fornaio fu impiccato e Giuseppe fu dimenticato in prigione.

B’reisheet (Genesi) 40:20-23
20 Ora avvenne che il terzo giorno, che era il compleanno del faraone, egli fece una festa per tutti i suoi servi; e sollevò la testa del capo maggiordomo e del capo panettiere tra i suoi servi.
21 Poi restituì il maggiordomo capo al suo maggiordomo, e mise il calice in mano al faraone.
22 Ma impiccò il capo panettiere, come aveva interpretato Giuseppe.
23 Eppure il maggiordomo capo non si ricordava di Giuseppe, ma lo aveva dimenticato.

Anche re Erode ha osservato il suo compleanno. Poiché Erode si concentrava su se stesso (e non su Elohim), Yochananan HaMatbil (John the Immerser) è finito morto.

Mattityahu (Matteo) 14:6-8
6 Ma quando fu festeggiato il compleanno di Erode, la figlia di Erodiade danzò davanti a loro e si compiacque di Erode.
7 Perciò promise con un giuramento di darle tutto ciò che avrebbe potuto chiedere.
8 Così lei, dopo essere stata sollecitata da sua madre, disse: “Dammi la testa di Yochanan HaMatbil qui su un piatto d’argento”.

Anche i figli di Iyov (di Job) sono registrati come festeggiamenti per la loro (nascita) giorni prima di morire (e questo potrebbe essere il motivo per cui Elohim ha permesso che venissero uccisi).

Iyov (Lavoro) 1:4
4 E i suoi figli andavano a banchettare nelle loro case, ognuno nel suo giorno, e mandavano e invitavano le loro tre sorelle a mangiare e bere con loro.

Il compleanno il giorno più alto del calendario satanico

Inoltre, Anton LaVey, il fondatore della moderna Chiesa di Satana, ci dice che nella religione satanica, il più alto di tutti i giorni santi è la data del proprio compleanno.

La più alta di tutte le feste della religione satanica è la data del proprio compleanno.
La Bibbia satanica (Anton Szandor LaVey, [Air] Libro di Lucifero – L’Illuminismo, Avon Books, 1969, cap XI, Festività religiose, p. 96).

Forse una delle ragioni per cui Satana ama i compleanni è che induce noi stessi a festeggiare noi stessi, piuttosto che Elohim. Tuttavia, questo è l’opposto di ciò che la Scrittura ci dice di fare, cioè di diminuire ai nostri occhi, affinché Egli possa aumentare ai nostri occhi.

Yochanan (Giovanni) 3:30
30 “Lui deve aumentare, ma io devo diminuire”.

Ma come possiamo diminuire ai nostri occhi quando siamo concentrati su noi stessi? Inoltre, in Giovanni 15, Yeshua ci dice che dobbiamo rimanere sempre in Lui, o saremo scacciati e appassiti e gettati nel fuoco.

Yochanan (Giovanni) 15:6
6 “Se qualcuno non rimane in Me, è gettato fuori come un ramo e appassisce; e li raccolgono e li gettano nel fuoco, e sono bruciati”.

Ma come possiamo concentrarci su Yeshua quando ci concentriamo su noi stessi? L’idea non ha nemmeno senso. E questa è anche una delle cose principali che non vanno nel servizio del bar mitzvah.

Il Bar Mitzvah: Una festa di compleanno glorificata

Un bar mitzvah (בַּר מִצְוָה) è un rituale ebraico per i ragazzi. (Il plurale è b’nai mitzvah.) Secondo il giudaismo, quando un ragazzo ebreo compie 13 anni è considerato adulto, e quindi è legalmente responsabile delle sue azioni. Nel pensiero ebraico questo fa di lui un bar mitzvah (letteralmente un “figlio dei comandamenti”). E’ anche qui che prendono il nome della cerimonia.

La cerimonia per le ragazze si chiama bat mitzvah (בַּת מִצְוָה). (Il plurale è b’note mitzvah.) È interessante notare che l’ebraismo ortodosso dice che l’età di responsabilità per le ragazze è di 12 anni. Tuttavia, gli ebrei riformatori dicono che è 13 (forse per rendere le cose egualitarie).

La cerimonia del bar o del bat mitzvah si svolge di solito il giorno del compleanno del bambino o il sabato più vicino al suo compleanno. Pertanto, molti devoti ebrei ortodossi rifiutano il servizio del bar mitzvah come una festa di compleanno glorificata (che considerano una sorta di autoidolatria).

La cerimonia è ovviamente programmata in modo da corrispondere approssimativamente all’età della pubertà. Prima della cerimonia, si pensa che i genitori siano responsabili delle azioni del bambino. Dopo la cerimonia, il bambino, almeno ipoteticamente, si assume la propria responsabilità legale. Gli è anche tecnicamente permesso di sposarsi, anche se il Mishna raccomanda di aspettare fino ai 18 anni.

Età della responsabilità nel Mishnah

Il Mishnah è il documento centrale del Talmud, e dà diverse età consigliate per iniziare le varie fasi della vita. Per esempio, uno Yehudah ben Teima ha deciso che si dovrebbe iniziare a studiare la Scrittura all’età di 5 anni, e che all’età di 13 anni un giovane diventa soggetto ai comandamenti (cioè, si diventa un bar mitzvah). Questo porta poi il peso della legge nella mente ortodossa.

MISHNAH 21. HE [Yehudah ben Teima] UTILIZZATO PER DIRE: CINQUE ANNI [IS THE AGE] PER [THE STUDY OF] SCRITTURA, DIECI PER [THE STUDY OF] MISHNAH, TREDICI PER [BECOMING SUBJECT TO] COMANDAMENTI, QUINDICI PER [THE STUDY OF] TALMUD, DICIOTTO ANNI – PER IL [BRIDAL] BALDACCHINO, VENTI PER L’INSEGUIMENTO, TRENTA PER L’INSEGUIMENTO [FULL] FORZA, QUARANTA PER LA COMPRENSIONE, CINQUANTA PER [ABILITY TO GIVE] CONSIGLIO, SESSANTA PER L’ETÀ MATURA, SETTANTA PER LA TESTA, OTTANTA [IS A SIGN OF SUPERADDED] FORZA, NOVANTA [IS THE AGE] PER [A] PIEGARE [FIGURE]A CENTO ANNI, UNO È COME UNO CHE È MORTO, PASSATO E CESSATO DAL MONDO.
[Mishnah, Tractate Avoht, 5:21, Soncino]

Potrebbe sembrare eminentemente ragionevole che i ragazzi e le ragazze diventino legalmente responsabili di se stessi e delle loro azioni durante la pubertà. Tuttavia, il problema qui è che Yahweh non se ne preoccupa. Piuttosto, ci dà una linea temporale completamente diversa da osservare – e anche se la linea temporale talmudica potrebbe avere più senso all’inizio, quella di Yahweh è molto meglio.

Età della responsabilità nella Scrittura

Yahweh ci dice che quando gli facciamo un voto di consacrazione (separazione), dovremmo dare a qualcuno dei valori diversi a seconda dell’età. Le età che ci dà Yahweh hanno un mese, cinque anni, vent’anni e sessant’anni. Nessuno di questi corrisponde alla pubertà. Piuttosto, sembrano corrispondere più in generale al nostro potenziale di fare lavori agricoli o altri lavori fisici (sia in quel momento, sia in futuro).

Vayiqra (Levitico) 27:2-7
2 “Parlate ai figli di Israele e dite loro: Quando un uomo consacra con un voto determinate persone a Yahvè, secondo la vostra valutazione,
3 se la vostra valutazione è di un maschio dai vent’anni fino ai sessant’anni, allora la vostra valutazione sarà di cinquanta sicli d’argento, secondo il siclo del santuario.
4 Se si tratta di una femmina, la vostra valutazione sarà di trenta shekel;
5 e se da cinque anni fino a vent’anni, la vostra valutazione per un maschio sarà di venti shekel, e per una femmina di dieci shekel;
6 e se da un mese fino a cinque anni, la vostra valutazione per un maschio sarà di cinque sicli d’argento, e per una femmina la vostra valutazione sarà di tre sicli d’argento;
7 e se a partire dai sessant’anni, se si tratta di un maschio, la tua valutazione sarà di quindici shekel, e per una femmina di dieci shekel”.

Perché un mese? Non possiamo lavorare molto a un mese di età. Tuttavia, abbiamo un potenziale futuro per lavorare. Ma poi qualcuno si chiederà, se consideriamo il lavoro futuro, perché la valutazione per i neonati non è più alta? La Scrittura non lo dice, ma la mortalità infantile era molto più alta nell’antichità di quanto non lo sia oggi. Molti bambini sono morti nel primo mese. Tuttavia, quando un neonato raggiungeva un mese di età, le probabilità di sopravvivere fino all’età adulta aumentavano notevolmente. Così, anche la sua probabilità di essere utile per il lavoro futuro è aumentata notevolmente, e così anche la sua valutazione è aumentata.

Ma allora, perché Yahweh ha scelto i cinque anni di età per il prossimo aumento di valutazione? Cosa c’è di speciale nell’età di cinque anni? La nostra ipotesi è che ciò corrisponda al periodo in cui i bambini piccoli erano stati svezzati ed erano ormai considerati come giovani adulti.

Lo svezzamento (e perché è importante)

Nella Scrittura, quando si usa la parola svezzamento, è sempre una traduzione della parola ebraica gamal (גָּמַל). Questo è Concordanza di Strong OT:1580, che significa per trattare, o per implicazione, per maturare attraverso la fatica. Per estensione, si riferisce allo svezzamento e all’educazione precoce, con cui i bambini vengono preparati (o maturati) per l’età adulta.

OT:1580 גָּמַל, ga-mal, una radice primitiva; per curare una persona (bene o malata), cioè, beneficio o ricompensa; implicitamente (di fatica) per maturare, cioè (specificamente) per svezzare: – donare, trattare generosamente, fare (bene), ricompensare, ricompensare, ricompensare, ricompensare, maturare, + servire, svezzare, cedere.

Anche se il gamal è correttamente tradotto come svezzato, significa molto di più che non avere più bisogno di latte. Piuttosto, quando un bambino viene svezzato dalla scrittura, è stato trattato in modo completo. Ovvero, è stato addestrato a comportarsi come un giovane adulto.

Le fonti differiscono per quanto riguarda la durata dello svezzamento dei bambini nell’antico Israele, ma nella maggior parte delle società tribali, lo svezzamento avviene tra i 2 e i 4 anni di età, di cui 3 anni sono la media. Tuttavia, i denti dei bambini crescono tra 1 e 5 anni, quindi questo potrebbe richiedere fino a 5 anni. Anche l’età di cinque anni sembra corrispondere all’età in cui aumenta la valutazione di un bambino.

Vayiqra (Levitico) 27:2-7
5 “e se da cinque anni fino a vent’anni, la tua valutazione per un maschio sarà di venti sicli, e per una femmina di dieci sicli…”.

Lo svezzamento indica la giovane età adulta

Sappiamo che la parola gamal si riferisce a molto di più che a non aver più bisogno di latte, perché Hannah non ha portato Shemuel (Samuel) al tabernacolo fino a quando non è stato svezzato. Solo che Hannah non avrebbe potuto portare Shemuel al tabernacolo nell’istante in cui ha smesso di bere latte, perché prima che lei potesse portarlo al tabernacolo per restare, avrebbe dovuto essere in grado di prendersi cura di sé, come un giovane adulto. E poiché l’ha preso quando è stato svezzato, è a questo che si riferisce, è il momento in cui Shemuel è stato in grado di badare a se stesso, e di dare un contributo come giovane adulto.

Shemuel Aleph (1 Samuele) 1:21-24
21 Ora l’uomo Elkanah e tutta la sua casa si alzò per offrire a Yahweh il sacrificio annuale e il suo voto.
22 Ma Hannah non salì, perché disse al marito: “Non finché il bambino non sarà svezzato; allora lo prenderò io, affinché appaia davanti a Jahvè e vi rimanga per sempre”.
23 Allora Elkanah, suo marito, le disse: “Fa’ ciò che ti sembra meglio; aspetta finché non l’hai svezzato”. Lascia solo che Yahweh stabilisca la Sua parola”. Poi la donna rimase ad accudire il figlio fino allo svezzamento.
24 Ora, dopo averlo svezzato, lo portò con sé, con tre tori, un efa di farina e una pelle di vino, e lo portò alla casa di Yahweh a Shiloh. E il bambino era giovane.

Oggi, in molte culture, non ci si aspetta che i bambini siano in grado di operare come adulti responsabili fino a 18 o anche 21 anni. Anche l’ebraismo ortodosso non si aspetta che essi operino come giovani adulti responsabili fino all’età di 12 o 13 anni. Tuttavia, nell’antichità l’epoca della responsabilità è arrivata molto prima. I bambini erano necessari per aiutare nella casa. Gli è stato dato del lavoro da fare, e ci si aspettava che lo facessero. Solo che devono essere svezzati prima di poter aiutare. Questo è ciò a cui si riferisce lo svezzamento, ed è un vero e proprio traguardo.

Avraham e Sarah hanno festeggiato quando Yitzhaq (Isaac) ha potuto operare da giovane.

B’reisheet (Genesi) 21:8
8 Così il bambino è cresciuto ed è stato svezzato. E Avraham ha fatto una grande festa lo stesso giorno in cui Yitzhak è stato svezzato.

Considerando che questo è un beneficio per il bambino, e i genitori, e tutti quelli che gli stanno intorno, non dovremmo anche noi festeggiare quando i nostri figli iniziano a comportarsi come giovani adulti? Non li aiuterebbe a celebrare il loro reale livello di maturità invece di limitarsi a festeggiare la loro età?

Osservazione: La differenza critica

La nostra è una fede che enfatizza l’osservazione rispetto al precalcolo. Vediamo fisicamente l’emergere dell’orzo aviv dal gambo, e vediamo fisicamente la prima scaglia a mezzaluna della luna nuova. Iniziamo il giorno in cui il sole tramonta (non ad un’ora prestabilita). Ci sono importanti lezioni spirituali in queste cose, e una di queste è quella di verificare fisicamente una cosa prima di annunciarla.

Qual è il vantaggio di dichiarare che un uomo è adulto perché ha 18 o 21 anni? La sua età è una vera garanzia di maturità? E se aspettiamo fino ai 18 o 21 anni prima di aspettarci che inizi a comportarsi come un adulto, come farà ad avere abbastanza pratica nel comportarsi come un adulto, quando si sposerà e andrà a guidare una famiglia?

In alternativa, c’è un vero vantaggio nell’attendere fino all’età di 12 o 13 anni per insegnare ai bambini la necessità di obbedire ai comandamenti? (Questo non insegna in silenzio che è giusto essere irresponsabili fino a 12 o 13 anni?)

Come può aiutare i bambini a imparare a comportarsi come giovani adulti dal momento dello svezzamento, se non ci aspettiamo che si comportino come giovani adulti dal momento dello svezzamento?

Festeggiare la maturità, non un’età apparentemente casuale

Quindi, con tutto questo in mente, notiamo ciò che Avraham non ha fatto. Non ha aspettato un’età specifica per dichiarare lo svezzamento del figlio. Piuttosto, ha aspettato fino a quando il figlio non è stato trattato in modo completo, e poi ha festeggiato il fatto che il figlio si comportava come un giovane adulto. Questo ha anche inviato il messaggio giusto. Diceva a Yitzhaq che il suo comportamento da giovane adulto era una cosa degna di essere festeggiata.

Addestrare i nostri figli a comportarsi come giovani adulti responsabili è un risultato molto concreto. Questo è qualcosa che dobbiamo celebrare all’interno della comunità non solo per il bene dei bambini, ma anche per il bene dei genitori e per il bene della nostra nazione.

I bambini maturano a velocità diverse, ma quando vedono che saranno riconosciuti e celebrati per essersi comportati come giovani adulti, inviano un silenzioso ma potente messaggio di lode a tutti i bambini che questa è una cosa che vale la pena fare. Li motiva a non aspettare di essere adulti, ma a sforzarsi di comportarsi da adulti. Questo è il tipo di giovani adulti che Yeshua vuole nella sua congregazione.

If these works have been a help to you in your walk with Messiah Yeshua, please pray about partnering with His kingdom work. Thank you. Give